Il mercato dell’arredo urbano, delle pavimentazioni da interni per le amministrazioni locali e le aziende pubbliche, è dominato esclusivamente da pietre. Oggi la pietra è sempre più difficile da trovare (l’ultima fornitura del Comune di Roma di sampietrini arrivava dalla Thailandia), e la sua reperibilità è sempre più incerta nei prezzi e nella qualità, nei colori e nelle caratteristiche tecniche.

Saxa Gres ha ideato un progetto di arredo urbano attraverso il gres porcellanato: lastre da marciapiede, tavelle, sampietrini ed altri prodotti per pavimentazioni pubbliche possono essere riprodotti con il gres porcellanato, con caratteristiche tecniche nettamente superiori rispetto alla pietra, sia in termini di resistenza che di durata. Tutti i prodotti del progetto Saxa sono certificati, graficamente e cromaticamente personalizzabili e con dei costi certi.

Il progetto Saxa prevede inoltre, grazie all’utilizzo delle ceneri, la possibilità di certificare questi prodotti come Ecolabel, che pertanto possono essere sfruttati con la massima premialità negli appalti pubblici, vista la nuova normativa comunitaria del Green Public Procurement (GPP), recepita anche in Italia dal Codice degli appalti 2016 di Cantone.

Il sampietrino in gres porcellanato è un prodotto unico al mondo, certificabile Ecolabel, con un carico di rottura nettamente superiore al più duro dei graniti, con un peso del 30% inferiore rispetto a quest’ultimo e con una riproducibilità pressoché infinita.