Saxa Gres nasce dalla vecchia fabbrica Marazzi Sud, un colosso della ceramica italiana. L’Italia è, da secoli, produttrice di mattonelle e piastrelle, ne sono pieni i suoi musei e anche la storia industriale di questo paese ricorda l’epoca in cui eravamo il colosso delle ceramiche in Europa e – proporzionalmente – anche nel mondo.

Il primo exploit, la prima produzione d’avanguardia dello stabilimento rilevato alla vecchia gestione, è la tegola fotovoltaica. Il sostrato di gres porcellanato resiste alle alte temperature, alla pioggia, all’azione degli agenti atmosferici: su questa tegola innovativa si pone un sottilissimo strato di silicio. Non un pannello sul tetto: è il tetto che produce energia dal sole, perfettamente inserito in ambienti di alto valore architettonico e artistico come i nostri centri storici e i nostri casali. Poi la crisi del fotovoltaico trascina con sé anche il tetto e la piastrella.